Spaghetti risottati al sugo di cozze/Risottati Spaghetti with mussels sauce

scroll down for english version

A Formia non c’è estate senza spaghetti alle cozze. Sono fortunata a vivere in un posto di mare perché quelle che vedete in questa ricetta sono state pescate proprio qui, sul litorale formiano e, pur essendo un pò piccole, sono succosissime e molto saporite.  Le tecniche di cottura per la salsa sono varie, io stessa ne ho modificato i passaggi con gli anni e l’esperienza.  Personalizzandolo con qualche piccolo “trucco”, sono riuscita a rendere un piatto apparentemente semplice in un piatto semplicemente divino !

Spaghetti risottati alle cozze

Ingredienti per 4/6 persone

1 Kg. di cozze con il guscio, ben lavate

1 kg. di pomodori tagliati a cubetti

1 spicchio di aglio intero

Abbondante prezzemolo tritato

1 peperoncino piccante

6 cucchiai di olio evo

Liquido di cottura delle cozze filtrato attraverso un panno

500 gr. di spaghetti

Acqua di cottura della pasta (se necessaria)

Preparazione

Lavare bene le cozze, porle in un tegame, senza aggiungere acqua, e lasciarle cuocere su fuoco medio. Non appena saranno tutte aperte, spegnere e lasciar raffreddare. Sgusciare le cozze, avendo cura di rimuovere la parte fibrosa e tenerle da parte in una zuppiera. Filtrare l’acqua di cottura delle cozze e tenerla da parte. In un altro tegame, far dorare lo spicchio d’aglio con l’olio, aggiungere il peperoncino e dopo qualche minuto i pomodori tagliati. Lasciarli ammorbidire qualche minuto sul fuoco, quindi aggiungere mezza tazza di liquido di cottura delle cozze e lasciare sul fuoco ancora qualche minuto. Il sughetto non dovrà ridursi troppo. Aggiungere le cozze già sgusciate, il prezzemolo tritato e proseguire la cottura giusto il tempo di riscaldare poi spegnere. Nel frattempo cuocere la pasta sottraendo circa 4 minuti al tempo di cottura indicato sul pacco e mettendo da parte mezza tazza di acqua di cottura. Riscaldare il sughetto e trasferirvi gli spaghetti all’interno. Mescolare costantemente la pasta come se fosse risotto. Man mano che il liquido verrà assorbito dagli spaghetti, aggiungerne, senza esagerare. Servire gli spaghetti al dente guarniti con abbondante prezzemolo.

1151000_859223387427401_689042196_n

1262924_10201439953373591_1869848193_o_004

There is no summer without spaghetti with mussels in Formia. I am so lucky to live in a place just on the sea because mussels you see in this picture come right  from Formia Coast. Despite being a little small, they are very juicy and tasty. Cooking techniques for this sauce are various. Through years and experience I have changed some steps. Customizing it with some little “tricks”, I was able to turn a seemingly simple dish into a simply divine food!

Risottati Spaghetti with mussels sauce

Serves 4-6

Ingredients

2 lb (1 kg.) fresh mussels in their shells, cleaned

2 lb (1 kg.) diced tomatoes

1 garlic clove

Good handful of chopped parsley

1 chili pepper

5-6 tablespoons extra virgin olive oil

cooking liquid from the mussels strained through a napkin

1 – 2 lb (500 grams ) Spaghetti

Water from the cooked pasta (in case of need)

Preparation

First wash the mussels and place them in a pan on a low heat ‘without’ adding any water. As soon as the mussels open, turn off the heat and allow them to cool. Strain the mussels from the juice and set the juice to one side.  Shell the mussels taking care to remove the fibrous green part, then set them aside. Strain the juice from the mussels through a napkin – a coffee filter works well. In another saucepan, brown the garlic in the oil. Add the chilli and after a few minutes the diced tomatoes. Allow it all to simmer over a medium heat. Add half a cup of the strained juice from the mussels and continue cooking for a few minutes. The sauce should not reduce too much. Add the cooked mussels, chopped parsley and let it all simmer just long enough to heat the mussels, then turn off the heat. Meantime, cook pasta according to the instructions on the packet, subtracting 4 minutes of the cooking time. Heat the sauce and then add the spaghetti to the sauce stirring constantly as if you were cooking risotto. The liquid will be absorbed into the pasta. Add more juice or water from the cooked pasta to keep the sauce moist. Continue cooking pasta al dente. Sprinkle with chopped parsley and serve.

This type of cooking may be fine for any type of pasta that  becomes “risottata” from risotto!

P.s.  Susie made the convertion for me and shared this recipe with her friends. Take a look here http://eatsurfdrink.com/risottati-spaghetti-with-mussel-sauce

Thank you so much Susie !

Advertisements

44 thoughts on “Spaghetti risottati al sugo di cozze/Risottati Spaghetti with mussels sauce

  1. Ciao Gabriella, che piatto favoloso! Adoro i primi di pesce 🙂 Devo ringraziarti perchè io con la cucina di pesce ho ancora molto da imparare e avevo già provato a fare un sugo come il tuo, ma sapeva poco di cozze e forse leggendo la tua ricetta ho capito il perchè … il liquido delle cozze filtrato che aggiungi nel sugo. Provero’ così e sono sicura che il sapore sarà decisamente più marcato. A presto Erika

    • Cara Erika, grazie!
      Nei miei primi anni di attività culinaria anche i miei venivano insipidi. Leggendo, ascoltando, sperimentando ho capito il trucco! Se vivi in un posto di mare, sei fortunata quanto me. Prova e vedrai la differenza!
      Un caro abbraccio, Gabriella

  2. Mi sono notato la ricetta e la proverò forse domenica 🙂 Anche io vivo in un posto di mare, ma faccio le cozze sempre allo stesso modo. Basta con la monotonia, è tempo di cambiare !

    Alex

  3. Oh Gabriella, sì sì ancora cozze! Non ci si stanca mai, vero? Noi che non abbiamo la fortuna di vivere al mare, appena possiamo le ordiniamo sempre con grande gusto! Ho postato comunque anch’io una ricettina con le cozze il 18 agosto, saporita e nostalgica e mi pare di aver rispettato i canoni dettati dalla tua esperienza in materia! Me lo confermi? A presto cara. Silva

    • Cara Silvia, è sempre bello trovarti presente, grazie per esserci!
      Hai ragione tu, per noi “gente di mare”, certi piatti sono “basic” e non ci si stanca mai …
      Non ho ancora visto il tuo post, vado subito!
      Wait for me!
      Gabry

    • Buonissimi anche con le vongole e sì, stesso vincente procedimento …. mai visto sughetto più cremoso, vero ?!
      Buon weekend anche a te … qui è talmente caldo e bello che sembra piena estate!
      A presto,
      Gabriella

  4. Pingback: In cucina con Alex : Gli spaghetti risottati al sugo di cozze di Gabriella Natale | Bordeaux e dintorni, stagione II

  5. Gabriella, mi trovi sempre con la forchetta in mano difronte a questo piatto di mare 🙂 il profumo delle cozze, raccoglie l’essenza del mare, mai farne a meno.
    ottima ricetta per ritrovare l’estate
    buon autunno
    Sally

  6. Mi piacerebbe provare la tua ricetta ma purtroppo non ho mai imparato a pulire le cozze. Hai qualche consiglio da darmi? Grazie. Ciao.

    • Ciao Rosanna, è semplice non scoraggiarti! Dunque potrai lavare e pulire le cozze, all’esterno, con una retina per piatti (nuova) sotto l’acqua corrente e strofinandole tra loro. L’attrito rimuoverà le alghe o residui calcarei. Una volta cotte e quindi aperte, non dovrai far altro che tirar via delicatamente il frutto (mantello) ed asportare in esso la parte fibrosa verde/marroncino ( il bisso che in genere sporge fuori dalle valve). Spero di essere stata chiara … più facile a dirsi che a descriverlo!
      Prova e fammi sapere, a presto.
      Gabriella

  7. Grazie Maria! Come si fa a non accettare un pensiero così piacevole?!
    Nonostante io vada “lentina”, gli apprezzamenti incoraggiano a proseguire quindi … accetto e .. vado avanti !!
    Spero di ricambiare, un abbraccio e a presto!
    Gabriella

  8. Pingback: Spaghetti risottati al sugo di cozze/Risottati Spaghetti with mussels sauce | I FoodGuy

    • Ciao Silvano, perdona il ritardo ma son presa da mille cose. Tutte quelle che probabilmente negli scorsi anni di pausa ho tralasciato! Il piatto è semplice ma puoi immaginarne gusto e profumi!
      Ottimo il nasi goreng ma comprendo la nostalgia di un piatto di casa. Spero tu possa gustarne uno presto!
      Grazie per esser passato di qui. Torna presto, Gabriella

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s